Kenjutsu (arte della spada)

Kenjutsu (剣術) letteralmente significa “tecnica della spada”, ed è l’arte della scherma con la spada giapponese così come veniva studiata nelle scuole antiche di arti marziali, le koryu (cioè le scuole –ryu– fondate prima del 1868, anno della Restaurazione Meiji). Lo studio delle tecniche di attacco e difesa con la spada è fatto attraverso l’esecuzione dei cosiddetti Kata ovvero delle forme fisse di combattimento durante le quali i due spadaccini affinano la loro capacità di maneggiare una spada che, per ragioni di sicurezza, è fatta in legno.

Il Kenjutsu è una delle arti che venivano studiate dai samurai, tra le quali anzi ricopriva un ruolo particolarmente importante, insegnando l’uso dell’arma simbolo della classe guerriera. Da essa, in epoche recenti, si è poi sviluppato il Kendo, “stile” moderno del kenjutsu e basato sulle competizioni.

La nostra scuola, la Hyoho Niten Ichi Ryu, è un membro della Nihon Kobudo Kyokai, un’organizzazione che ha lo scopo di aiutare a salvaguardare, diffondere e promuovere le antiche arti marziali giapponesi (koryu). Tra le tante scuole tradizionali che ci sono ancor oggi in Giappone la nostra è quella che fu fondata, nel lontano XVII secolo, dal più famoso samurai della storia del Giappone: Miyamoto Musashi (autore del “Libro dei Cinque Anelli).

 

Nito seiho; 11° soke Iwami Toshio (sinistra) e il sensei Nagaoka (destra). Fotografia di Bruno de Hogues. Riproduzione vietata.